[RECENSIONE] Super Smash Bros. Ultimate: il picchiaduro definitivo sbarca su Nintendo Switch!

Ecco il nostro giudizio sul quinto capitolo di questa fantastica serie.

0
1409

L’acclamatissimo picchiaduro Super Smash Bros. Ultimate è finalmente disponibile da qualche giorno su Nintendo Switch, dopo mesi di insopportabile attesa. Noi di Pokémon Millennium lo abbiamo analizzato da cima a fondo e siamo lieti di presentarvi la nostra recensione del quinto capitolo di una tra le serie picchiaduro più famose di tutti i tempi. Senza ulteriori indugi, procediamo dunque con questo nostro viaggio all’interno dell’ultima iterazione di Super Smash Bros.: l’ultima fatica di Masahiro Sakurai riuscirà a rendere giustizia al proprio nome e diventare il capitolo definitivo di questa quasi ventennale serie?

In questa recensione, tratteremo tutte le novità introdotte in questo titolo, con un focus su gameplay seguendo con l’analisi dettagliata di tutte le varie modalità che il gioco offre, ossia la Mischia, gli Spiriti e il comparto Online. Quindi non indugiamo oltre e… Che inizi la battaglia!

Everyone is Here!

L’aspetto che più di tutti caratterizza Super Smash Bros. Ultimate, e che fin dal suo annuncio è stato il punto focale della sua pubblicizzazione, è proprio il motto “Everyone is Here”: tutti i lottatori mai comparsi nella serie torneranno a darsi battaglia: Mario, Link, Pikachu, Snake, Mewtwo, gli Ice Climbers… Ci sono davvero tutti!

Si inizierà con gli otto lottatori originali del primo capitolo di Super Smash Bros. uscito nel lontano 1999 su Nintendo 64, ma il roster si espanderà velocemente fino all’incredibile numero di 74 personaggi (esclusi i sei che arriveranno tramite DLC). Subito dopo l’annuncio di Ultimate, in moltissimi appassionati è sorta una domanda:

Come e, soprattutto, quanto tempo ci vorrà a sbloccare tutti i personaggi?

Fortunatamente nelle prime ore di gioco, alla fine di ogni match o quasi, comparirà la classica schermata di uno sfidante misterioso che vorrà combattere: in caso di vittoria, il personaggio si unirà anche alla vostra lista di lottatori. Inoltre, anche i personaggi salvati nella modalità  Avventura si aggiungeranno al vostro roster, ma di questo ne riparleremo a breve. Il compito di completare il catalogo di combattenti, dunque, sarà meno arduo del previsto. Per quanto riguarda i New comer, invece, le aggiunte sono tutte graditissime: l’arrivo di personaggi storici del mondo Nintendo come Ridley, King K. Rool o Simon Belmont, oppure di personaggi più recenti come gli Inkling o Incineroar arricchisce come mai prima d’ora la lista di combattenti, rendendola il più variegata possibile e accontentando i gusti di ogni giocatore. Un’altra grande novità all’interno della serie riguarda i Personaggi Eco, ossia dei cloni di alcuni dei lottatori presenti nel roster, i quali però presentano delle variazioni nell’aspetto e in alcune delle mosse: un esempio può essere Lucina, Eco di Marth, oppure Ken dela serie Street Fighter, controparte di Ryu.

Il gameplay di Super Smash Bros. Ultimate è stato curato sotto tutti i punti di vista: ogni personaggio, con relativo moveset, è stato completamente rivisitato e ricostruito per questo quinto capitolo che risulta essere più veloce e frenetico rispetto ai predecessori. Lo scudo e le schivate sono state rese meno efficaci se il giocatore ne abusa, mentre l’introduzione della schivata aerea si rende utile per evitare colpi a mezz’aria, permettendo inoltre una ripresa aggiuntiva per tornare sullo scenario. Tra le novità, troviamo anche la Barra Smash che si ricarica da sola durante una battaglia e, se riempita, permetterà l’utilizzo di uno Smash Finale meno potente senza l’utilizzo di Sfere Smash. In più, quando si sferrerà l’attacco del K.O., ci sarà un rallenty con zoom sul colpo, in modo da enfatizzare la vittoria e rendere gli incontri ancora più epici.

Per quanto concerne invece la grafica, fin da subito si nota il grande salto di qualità fatto dal capitolo per Wii U, poiché tutti i personaggi e gli scenari sono stai ricostruiti da zero per rendere al meglio anche sulla nuova console. La definizione di ogni lottatore è altissima e ogni minimo dettaglio, possa esso essere il suo vestiario, la foltezza del pelo o i suoi movimenti, rende giustizia a tutti i personaggi presenti in Ultimate. Questo salto di qualità si nota soprattutto quando si gioca su TV, in modalità fissa, dove la risoluzione arriva ai 1080p e 60fps stabili, contro i 720p e sempre 60 frame al secondo nella versione portatile. Tutte le animazioni sono armoniose e gli scenari comparsi nei vecchi capitoli della serie per Nintendo 64 e GameCube sono tornati in una nuova veste, come ad esempio Zafferanopoli o il Castello di Peach. Infine, la varietà di brani presenti nella colonna sonora è davvero immensa, con più di 900 tracce in totale prese direttamente dai vari franchise che fanno parte di questo picchiaduro crossover, oppure dei remix creati appositamente per il titolo per Switch, arricchendo a dismisura il compendio musicale di Ultimate!

Mischia definitiva

Non appena vi si parerà davanti il curatissimo Menù Principale di Super Smash Bros. Ultimate, vi ritroverete immersi da un’enorme quantità di cose da fare, ma solitamente la prima cosa che si fa su un capitolo di Smash è iniziare a prendere confidenza con i controlli e i lottatori, menando le mani a qualche caro e vecchio personaggio Nintendo: e quale modo migliore se non con la modalità Mischia?

Gli stilemi di questa modalità ormai sono quasi sempre gli stessi da molti anni a questa parte, ma Ultimate non si limita a riproporre la vecchia solfa e cerca di arricchire quanto più possibile anche questa sezione. Innanzitutto, troviamo l’Incontro classico, dove ci si potrà sfidare con la CPU o altri giocatori in locale in incontri dalla difficoltà regolabile e con regole completamente personalizzabili a seconda dello stile di gioco del giocatore: si potranno infatti scegliere lo stile del match, se a vite o a punteggio, la durata dell’incontro, se abilitare o meno l’utilizzo degli Spiriti e anche quali strumenti possono apparire e con quale frequenza (ovviamente rimane la possibilità di scegliere di non farne comparire nessuno, per rendere i match più equi). Una volta selezionate le regole, si passa alla scelta degli scenari, che arrivano all’esorbitante cifra di ben 103 stage diversi! Anche per i campi di battaglia, sono disponibili tante regole e limitazioni da personalizzare a piacere: si potrà scegliere se impostare lo scenario tra normale, “Omega”, ossia con solo una piattaforma dove affrontarsi come in Destinazione Finale, o “Rovine”, dove oltre alla piattaforma principale se ne aggiungeranno altre tre al di sopra di questa; si potrà decidere se durante l’incontro saranno attivi i pericoli degli scenari, ossia degli eventi casuali che andranno a influenzare l’esito della partita (che passano da un semplice capovolgimento dello stage, alla comparsa di un Pokémon Leggendario che attaccherà tutti i lottatori); infine, c’è anche la neo-introdotta possibilità di scegliere due scenari diversi e far sì che nel corso dell’incontro i livelli selezionati si trasformino l’uno nell’altro e viceversa.

Una volta selezionato anche il luogo dell’incontro si passa alla scelta dei personaggi, che soddisfano davvero tutti i gusti possibili, e che in questo nuovo capitolo sono stati spostati dopo la selezione dello stage in modo tale da basare la propria strategia in base allo scenario. Dopo aver scelto chi impersonare tra la vasta gamma di personaggi, bisognerà selezionare contro quanti e quali lottatori sfidarsi e scegliere il loro livello di forza, che va da 1 a 9, oppure lasciare che i vostri amici o familiari scelgano il loro lottatore per dare inizio a una divertentissima serata passata in compagnia!

Come detto in precedenza, oltre all’incontro classico, ci sono molte altre modalità tra cui scegliere: il Torneo vi permetterà di scontrarvi in una competizione con un massimo di 32 concorrenti, con round dalle lotte sempre più avvincenti contro la CPU oppure contro fino a otto giocatori in locale; la Mischia di Gruppo vi metterà in battaglie 3 contro 3 o in 5 contro 5, con modalità di eliminazione a Staffetta, a Eliminazione o a Duelli. Infine, la Mischia Speciale, che a sua volta contiene tre sottocategorie: la “Mischia Variabile”, nella quale si potrà combattere settando un’enorme quantità di parametri (che vanno dal rendere i personaggi più veloci o lenti, a tenere sempre equipaggiato un oggetto o addirittura rendere i personaggi invisibili); la “Mischia Totale“, ossia una grandiosa sfida che continuerà finché tutti i giocatori avranno giocato; infine il “Super Scontro Decisivo“, nel quale tutti i lottatori inizieranno la sfida con la percentuale di danni al 300%, quindi basterà il minimo danno per spedire fuori il proprio avversario.

La modalità Mischia si rivela essere ancora una volta il posto perfetto per sperimentare con tutti i personaggi presenti nel gioco, programmando sfide sempre diverse, oppure divertirsi in compagnia dei propri amici in tantissime diverse tipologie di scontri, facendo così fuoriuscire il lato di “Party Game” insito in tutti i capitoli di questa serie.

Una stella della speranza in un Mondo di luce

Ora finalmente passiamo alla modalità più attesa di questo Super Smash Bros. Ultimate: la Modalità Spiriti. Una volta selezionata nel menù, ci si parerà di fronte la nuova e inedita Avventura, “La Stella della Speranza” (World of Light, in inglese), con il Tabellone degli Spiriti, dove sarà possibile acquisire nuovi personaggi da aggiungere alla propria collezione e infine la Collezione, dove sarà possibile controllare tutti gli spiriti sbloccati.

La Stella della Speranza si apre con una sequenza che racconta di come Kiaran, un’oscura entità, abbia deciso di invadere e distruggere l’universo e trasformare tutti i personaggi che lo abitano in spiriti senza forma. Spetta dunque ai nostri eroi salvare la situazione, ma purtroppo un improvviso attacco del misterioso antagonista, che nemmeno le visioni di Shulk sono riuscite a prevedere, colpisce e disintegra tutti i combattenti che provano a difendersi con tutte le loro forze, fallendo miseramente. Uno dopo l’altro cadono tutti sotto l’enorme potere di Kiaran… Tutti tranne uno. Kirby infatti, a bordo della sua Stella Warp, riesce a teletrasportarsi in tempo, poco prima che tutto l’universo venga distrutto e tutti i suoi abitanti trasformati in spiriti. Spetterà dunque alla piccola palletta rosa iniziare il grande viaggio verso lo scontro finale per le sorti dell’universo e il salvataggio di tutti i suoi compagni, che Kiaran ha clonato e corrotto con il suo potere e quello degli spiriti vaganti in questo mondo di luce.

Finita la cutscene iniziale veniamo introdotti all’enorme tabellone di gioco in cui il nostro eroe inizierà la sua avventura e il giocatore viene subito posto di fronte a tre strade, ognuna con un compagno da salvare dalle grinfie di Kiaran, e che lo porterà a esplorare una zona diversa della mappa. Gli scontri in questa modalità sono principalmente tre: le sfide per salvare i Lottatori corrotti, le sfide contro gli Spiriti e le lotte contro i Boss. Nelle prime verremo messi di fronte a un nostro compagno soggiogato dall’oscuro potere del nostro nemico, che cercherà di fermarci in tutti i modi e che una volta sconfitto tornerà in sé e ci aiuterà nella nostra odissea. In questo modo, non solo aumenterà il numero di lottatori utilizzabili all’interno della nostra avventura, ma verrà anche sbloccato per le lotte in Mischia, facilitando il completamento del nostro roster di personaggi. Le sfide contro gli Spiriti invece ci metteranno contro delle versioni alternative dei Lottatori che sono state impossessate da uno dei tantissimi spiriti resi tali dopo l’attacco di Kiaran, e che quindi si comporteranno proprio come loro in queste lotte: per esempio nella sfida contro lo spirito del dottor Hal Emmerich, dalla serie di Metal Gear Solid, il giocatore dovrà scontrarsi contro una copia di Dr. Mario che verrà protetto da un R.O.B. d’acciaio che rappresenterà appunto il Metal Gear, la creazione del dottore; oppure nella battaglia contro lo spirito di Snorlax bisognerà affrontare un gigantesco King K. Rool che ogni tanto recupera vita mangiando la frutta caduta dagli alberi dello scenario.

Una volta sconfitto l’avversario, otterremo il suo Spirito insieme a diverse Sfere abilità, spendibili per ottenere diverse migliorie per il nostro personaggio, e a degli Snack per gli spiriti che a seconda della rarità li andranno a potenziare maggiormente. Gli Spiriti possono essere di diversi tipi di forza, che vanno da Principiante a Leggenda, e si suddividono tra Spiriti Combattenti e Spiriti Aiutanti: i primi avranno ognuno un’abilità e una tipologia (Attacco, Presa o Difesa più una neutra), che ci permetteranno di essere più efficaci o meno a seconda delle lotte che andremo ad affrontare; inoltre, questi Spiriti possono essere potenziati fino al livello 99 per renderli più forti e darci più vantaggi nelle varie sfide, e talvolta, raggiunto questo livello, si evolveranno, diventando ancora più potenti, ma tornando al primo livello. Ogni Spirito Combattente però potrà essere a sua volta potenziato dagli Spiriti Aiutanti, che offriranno al lottatore diversi bonus, che vanno da un oggetto bonus all’inizio dell’incontro all’utilissima aggiunta di un terzo salto a mezz’aria.

Proseguendo nell’avventura, ci troveremo ad affrontare dei nemici ben più potenti della norma, in quelle che sono le battaglie contro i Boss. In queste lotte, bisognerà portare a zero la barra della vita di questi fortissimi avversari che con i loro poderosi attacchi non vi renderanno facile il compito. Una volta sconfitti otterremo moltissime Sfere abilità e lo Spirito del Boss, che molto spesso risulterà essere molto forte e utile per il proseguo dell’avventura. Può capitare, però, che un Boss che affronteremo sia una versione potenziata o alternativa di uno dei nostri compagni Lottatori, perciò se si riuscirà a completare la sfida, oltre ai premi sopracitati sbloccheremo anche quel personaggio sia nel roster che nella nostra avventura.

Spostandoci sulla mappa, andremo incontro anche a degli Spiriti Maestro, che se sconfitti ci sbloccheranno degli Empori in cui acquistare Spiriti o Sfere abilità, oppure delle attività per potenziare le anime che già abbiamo salvato. Queste si dividono in semplici allenamenti per potenziarne il livello o far guadagnare delle abilità speciali ai nostri Spiriti, oppure in spedizioni o esplorazioni nelle quali si potranno mandare fino a quattro Spiriti alla ricerca di risorse utili, come Snack o Sfere abilità, oltre a fargli guadagnare parecchi livelli in più. Il tabellone di gioco in cui si sposteranno i personaggi non mancherà di essere influenzato da eventi randomici che accadranno durante le vicende, come ad esempio una Master Hand che distruggerà un ponte ed impedirà il proseguo di un particolare percorso, e per ovviare a questi problemi sarà necessario acquisire uno specifico Spirito che potrà aiutarvi a continuare il vostro viaggio. L’Avventura è dunque la modalità regina per quanto riguarda il single player in Super Smash Bros. Ultimate, in quanto saprà donarvi tantissime ore per essere completata e che metterà a dura prova anche i giocatori più agguerriti.

Tuttavia, le opzioni per il giocatore singolo, escludendo ovviamente l’online, non finiscono qui! Nel menù principale spicca anche la categoria “Giochi e Altro”, dove al suo interno troviamo la Modalità Classica dove, dopo aver selezionato difficoltà e personaggio, bisognerà affrontare un percorso formato da sette diversi incontri dalla difficoltà crescente. Al termine di questi round, uno dei tanti Boss si staglierà di fronte a noi: una volta sconfitto, la nostra avventura con quel personaggio avrà fine e partiranno anche i titoli di coda, accompagnati da un simpatico bonus stage dove si dovrà sparare a tutti i nomi degli sviluppatori del gioco. Sempre in questa sezione troviamo l’Allenamento e la Mischia Multipla che può essere “Contro 100”, “All-Star” o “Spietata”. Le ultime due opzioni in questa sezione prevedono la creazione dei Guerrieri Mii, i quali possono essere quelli creati sulla propria Nintendo Switch oppure impersonati da un numero di personaggi preimpostati. Troviamo infine la possibilità di registrare i propri amiibo e sbloccare dei nuovi Spiriti, come nel caso di Shovel Knight o Detective Pikachu, o allenare il proprio personaggio.

Multiplayer Online: dove inizia la vera competizione

Insieme alla modalità Avventura, la componente Online è forse ciò che davvero aspettavano tutti gli appassionati di Super Smash Bros. aspettavano di provare in questo ultimo capitolo della serie. In Ultimate, il comparto online è stato quasi completamente rivisitato, eliminando la tanto amata possibilità di scontri “Per la Gloria”, nei quali i giocatori si sfidavano con solo due vite su stage in versione Omega e senza oggetti, per la creazione di un matchmaking più democratico. Prima di trovare una partita online, bisognerà infatti decidere se utilizzare le regole base oppure personalizzare delle regole prioritarie, e in questo caso il gioco inizierà a cercare un altro giocatore con le vostre stesse regole o con le impostazioni più simili alle vostre. Questo purtroppo comporterà a dover scendere a qualche compromesso in qualche scontro, ma ciò accade davvero di rado e si può ovviare facilmente riprovando la ricerca. Inoltre, è stata aggiunta la possibilità di cercare incontri in background mentre si gioca ad altre modalità, e non appena verrà trovato un altro giocatore con le regole uguali alle vostre verrete trasportati direttamente nel match online.

A ogni incontro vinto, si guadagneranno punti al proprio Rango Smash Globale, una sorta di classifica mondiale che tiene conto delle partite vinte e perse con ogni personaggio. Quando con un lottatore arriverà a un numero alto di rango, verranno sbloccate le Battaglie d’Élite in cui i giocatori più forti potranno sfidarsi con le classiche impostazioni della modalità “Per la Gloria” in lotte che permetteranno di mettersi davvero alla prova contro la crème de la crème di Super Smash Bros. Ultimate. Tra le modalità della sezione Online, vi è anche la possibilità di creare delle lobby per giocare insieme agli amici grazie alla Stanza Smash, in cui ci si può ritrovare in piccoli gruppi online per giocare tutti insieme con le stesse regole.

Oltre a un leggero input lag dei comandi di circa 5/6 frame dei quali ci si abitua velocemente e qualche problema di connessione e di cali di frame rate in modalità portatile, l’online di Super Smash Bros. Ultimate è promosso a pieni voti: riesce ad accontentare sia i giocatori più casual che vogliono divertirsi in veloci partite online, sia coloro che cercano la vera sfida contro i migliori giocatori dello scenario competitivo. Questa modalità rende da sola il gioco praticamente infinito e sarà sicuramente in grado di tenere viva tutta la community e tutti coloro che si approcciano per la prima volta a questa serie da qui a molti altri anni a venire.

Giudizio Definitivo

Super Smash Bros. Ultimate riesce in maniera impeccabile a unire l’anima di un party game a un’accattivante e impegnativo picchiaduro, adempiendo in pieno il compito di ogni prodotto d’intrattenimento: donare infinite ore di divertimento. La quinta iterazione di questa storica serie perfeziona tutto ciò che l’ha fatta diventare famosa negli ultimi venti anni e ne amplia ogni singola sfaccettatura e aggiunge moltissime gradite novità come l’inedita modalità Spiriti e una scelta di personaggi che metterà a dura prova anche soltanto provare a giocarli tutti. Super Smash Bros. Ultimate trionfa dove nessun altro picchiaduro  è riuscito prima: offrire un esorbitante numero di modalità  alternative alla scena competitiva, che possano da sole rendere giustizia al titolo e permettere a ogni tipo di giocatore di passare ore su ore nella modalità che preferiscono, che si tratti di completare la Vetrina, trovare tutti gli Spiriti o migliorarsi nelle Lotte Online.

Masahiro Sakurai è riuscito a realizzare i sogni di tutti gli appassionati della serie dando loro tutto ciò che hanno sempre richiesto e anche di più, il tutto in un unico pacchetto che si va a piazzare tranquillamente nell’olimpo dei giochi per Nintendo Switch, al fianco di The Legend of Zelda: Breath of the Wild e Super Mario Odyssey.

  • Caricamento..
  • Caricamento..
  • Caricamento..
  • Caricamento..

Commenti dal forum

Discutine sul forum