...
Nella classifica dei 30 giovani più influenti nel mondo videoludico, Nintendo non appare!

Nella classifica dei 30 giovani più influenti nel mondo videoludico, Nintendo non appare!

Metti mi piace!
0 10

La celebre rivista finanziaria Forbes, conosciuta per la sua lista delle persone più ricche del mondo, ha stilato la classifica dei 30 giovani più influenti nel mondo videoludico sotto i 30 anni, relativa all’anno 2015. Nintendo e le case videoludiche giapponesi però non si sono guadagnate nessun posto nella classifica.

giudici_30under30_2016

La rivista Forbes si è affidata a tre giudici per stilare la classifica: Sean Plott, gamer professionista e commentatore di sport elettronici, Brenda Romero, sviluppatrice e cofondatrice della casa Romero Games, e Phil Spencer, capo della divisione Xbox di Microsoft.

Jordan Maron

A raggiungere il primo posto della classifica è Jordan Maron, YouTuber di 23 anni con 9 milioni di iscritti e 3.000 video all’attivo. Ha fondato uno studio di videogiochi chiamato XREAL e ha una sua action figure in vendita nella catena americana Toys “R” Us.

Jordan e altri 29 giovani compongono la categoria Games della classifica 30 Under 30 2016 di Forbes. Tra di essi anche l’italiano Tommaso Checchi, sviluppatore di 26 anni che lavora per Mojang, casa produttrice di Minecraft.

30under30_1 30under30_2 30under30_3

Stupisce l’assenza completa di sviluppatori giapponesi. Nintendo non compare nella classifica, complice probabilmente la media d’età nell’azienda nipponica troppo alta.

Ma non tutto è perduto. Infatti Nintendo ha creato un’iniziativa dedicata agli studenti universitari giapponesi chiamata Nintendo Game Seminar. Ogni anno, i selezionati per il programma verranno affiancati ad uno sviluppatore Nintendo per creare un gioco da pubblicare sul Nintendo eShop. Gli studenti più validi potrebbero entrare a far parte di Nintendo permettendo all’azienda di effettuare un cambio generazionale che potrà giovare sui futuri videogiochi.

Offerte Instant Gaming
Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..
Articolo di Francesco Giallatini
...

Non potevano proprio non fare degli stage (o seminari) per poter ridurre un po' l'età media. Non l'avrei detto che Nintendo fosse piuttosto anziana. Sono invece molto contento per l'italiano comparso in graduatoria 

...

Beh, il progetto della Nintendo merita, è sicuramente un'opportunità bellissima per i Giapponesi!

 

...

Quella Sonja Reid promette molto bene.

Tocca per altri articoli