...
Reggie ci spiega cosa significa essere un meme vivente

Reggie ci spiega cosa significa essere un meme vivente

Metti mi piace!
6 3

Anche se Reggie Fils-Aimé non è più presidente di Nintendo of America, il suo personaggio è tuttora amato dai fan della grande N, e in parte ciò è dovuto anche alla grande quantità di meme che il suo corpo è in grado di generare.

In un podcast di Present Value ascoltabile su Spotify da qui, Reggie ha parlato di videogiochi, pizza e leadership, ma anche del suo essere diventato a tutti gli effetti un meme vivente. Di seguito è riportata la traduzione di alcune parti del suo discorso:

Essere diventato un meme, che io sia qui al campus o al negozio di alimentari locale, significa che le persone mi riconoscono e mi sorridono, mi dicono quanto amino Nintendo e quanto apprezzino ciò che sono stato in grado di fare. Diventare un meme non è mai stato pianificato. Non con quella frase d’apertura nel 2004. Non con quelle parole fiduciose con cui sono salito sulla Wii Balance Board. Non con quei video dove sparo raggi laser dagli occhi. Se andate in qualsiasi posto del web dove potete scaricare meme e scriverci un messaggio di testo, o su qualsiasi post di Instagram… non ricordo quand’è stata l’ultima volta che ho dato un’occhiata, ma credo che c’erano circa 100 diversi meme di me che faccio varie cose

Niente era pianificato. Queste cose sono successe perché nella mia visione, per prima cosa, Nintendo è uno spazio per l’intrattenimento. Noi facciamo sorridere le persone. E siamo fortunati ad avere un’esposizione su base globale per letteralmente centinaia di milioni di consumatori. La mia personalità è grande. Mi piace divertirmi. Ho fatto un sacco di cose divertenti per conto di Nintendo. E abbiamo fan appassionati – fan che reagiscono a questi meme e li fanno proliferare su internet. Non puoi davvero capire in anticipo cosa potrebbe diventare un meme

In seguito, Reggie ha svelato anche un po’ di retroscena riguardo la celebre frase “My body is ready, pronunciata durante l’E3 del 2004 mentre presentava la Wii Fit:

Ah, la frase del ‘My body is ready’ – quando ti stai preparando per una presentazione all’E3 ci sono un sacco di prove. Cerchiamo di essere sicuri che tutto stia andando nella giusta direzione. E per questa introduzione alla Wii Fit e alla Wii Balance Board, eravamo io, Shigeru Miyamoto – il nostro conosciutissimo creatore di videogiochi – e il suo traduttore, un mio buon amico di nome Bill Trinen, e stavamo provando tutto ciò per 3 giorni. Tutto era diventato un po’ monotono. E ogni volta che salivo sulla Balance Board, provavo questa o quella battuta. Durante le prove finali, dissi: ‘My body is ready’ [il mio corpo è pronto]. Era la prima volta che facevo davvero ridere il signor Miyamoto – aveva trovato la frase davvero molto divertente. E così è stato, ‘Hey, ho una [frase] vincitrice qui.’ Abbiamo continuato a far pratica. Io ho continuato a fare cose diverse. Nessuno sul palco sapeva cosa avrei davvero detto. E così, eccoci, l’intera esperienza sta venendo registrata in video, la stiamo trasmettendo, e io ho detto quella frase. E sì, adesso è un meme.

Insomma, sembra proprio che la spiritosaggine spontanea di Reggie abbia giocato un ruolo cardine nel creare il personaggio che è diventato oggi. Avete un meme particolare di Reggie a cui siete più legati?

L’immagine di copertina è opera dell’artista SilverJenkins.

Offerte Instant Gaming
Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..
Articolo di Alessandro Colantonio
...

E ci riesce alla grande

...

I meme stranamente sono una forma non effimera per diventare "famosi".

Mi spiego meglio: I meme é vero che hanno un periodo piú o meno limitato di uso mainstream, ma nonostante questo rimangono a lungo nella memoria delle persone.

Addirittura lo definirei un privilegio diventare oggetto-soggetto di un Meme.

Tocca per altri articoli