Nintendo

Il costo di produzione di Nintendo Switch sarebbe inferiore ai 245 euro

Secondo l’impresa giapponese Fomalhaut, che si occupa di disassemblare dispositivi elettronici per determinare i costi dei singoli componenti, il costo di produzione di Nintendo Switch si aggirerebbe attorno ai 241 euro, come dichiarato su Nikkei Technology e twittato dal giornalista del Wall Street Journal Takashi Mochizuki.

Questo dimostra un sensibile aumento nei costi di produzione rispetto alla precedente console fissa, Nintendo Wii U, che ammontano a circa 168 euro.

Inoltre, l’azienda nipponica si mostra decisamente ottimista circa il futuro della console, pronosticando la vendita di ben 30 milioni di unità entro il 2018. Questo obiettivo potrebbe non essere così irraggiungibile considerando l’incredibile successo di Nintendo Switch. Infatti, la console ha superato il mezzo milione di unità vendute in quattro settimane, un vero e proprio risultato da record rispetto alla concorrente PlayStation 4, che ha impiegato quasi otto settimane per raggiungere lo stesso livello di vendite. Inoltre, il lancio di Nintendo Switch in Europa si è rivelato essere il miglior esordio di sempre sul mercato di una console dell’azienda di Kyoto, il che lascerebbe presagire risultati migliori di quelli registrati da WiiNintendo Switch

Dopo questa stima, cosa ne pensate del prezzo di Nintendo Switch? Le vendite della console ibrida riusciranno a raggiungere o superare anche i più rosei pronostici?

 

Offerte Instant Gaming

Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..
Articolo di Redazione

Speciali

Commenti

...
Misterxx 05/04/2017 12:23:37

Qui mi sorgerebbe una domanda intuitiva, se il costo di produzione è di 241 euro, perchè far pagare una cifra elevata come 329 euro per una consolle che oltretutto presenta problemi? Non ci sono scusanti, potrebbero fare di meglio e al momento Nintendo non sta agendo come dovrebbe, stando ai dati analitici degli ultimi mesi

...
Sandorado 05/04/2017 12:28:18

Perché oltre ai costi di produzione ci sono gli investimenti  di ricerca e sviluppo che vanno ammortizzati, oltre al margine di guadagno, di cui una quota spetta anche al negoziante.

...
CiccioEmpoleon01 05/04/2017 12:41:28
12 minuti fa, Misterxx ha scritto:

Qui mi sorgerebbe una domanda intuitiva, se il costo di produzione è di 241 euro, perchè far pagare una cifra elevata come 329 euro per una consolle che oltretutto presenta problemi? Non ci sono scusanti, potrebbero fare di meglio e al momento Nintendo non sta agendo come dovrebbe, stando ai dati analitici degli ultimi mesi

Se Switch costa €330 in Italia è colpa delle imposte esagerate del nostro Paese.

Se levi il 22% di IVA al costo totale di Switch rimangono €257. Mettici il costo dei trasporti, la parte che si prende il rivenditore, i costi di sviluppo e vedrai che il margine di guadagno non è così alto come molti credono...

 

Non a caso in Paesi come gli USA (dove il VAT è più basso) il prezzo è più onesto.

Tutti i commenti

Entra nella nostra community

Scorri in su e in giu per gli altri articoli (o fai tap qui)