Mondo Pokémon

Nintendo ha catturato un autore dei leak di Pokémon Spada e Scudo?

Gli innumerevoli leak degli ultimi giorni hanno fatto ampiamente parlare di sé, ma pare che Nintendo abbia individuato il colpevole.

Negli ultimi 3 giorni siamo stati letteralmente sommersi da una valanga di informazioni trapelate di Pokémon Spada e Scudo. Questi sono stati la gioia di molti e la dannazione di altrettanti. In quest’ultima categoria, oltre agli Allenatori che non vogliono alcun tipo di anticipazione sul gioco, troviamo ovviamente anche Game Freak, Nintendo e The Pokémon Company, che hanno visto spiattellate sul web un quantitativo enorme di informazioni sensibili. Se pensiamo alla campagna marketing portata avanti finora è facile rendersi conto di quanto lavoro e impegno ci siano stati dietro. Certamente chiunque può capire quale disastro questo tipo eventi rappresenti per i produttori. Ma Nintendo ha pianto sul latte versato? No, invece si è data da fare, per scoprire chi abbia rovesciato il bicchiere.

l'autore dei leak sembra essere stato individuato

Su Twitterè comparso il commento di KGPrestige (YouTuber che tratta dell’anime Pokémon) in cui prende in giro uno dei leaker per il modo in cui si è fatto beccare. Pare, infatti, che gli informatici della Nintendo siano riusciti a sfruttare l’immagine del profilo Discord da cui provenivano le informazioni. Da qui sono riusciti a individuare il profilo Facebook del leaker e quindi a tutte le sue informazioni personali.

Queste informazioni, per ora, non sono state né confermate né smentite da Nintendo. Tuttavia pongono le basi per farsi un bel po’ di domande. Prima tra tutte: è possibile che il responsabile di un attacco del genere sia tanto sprovveduto da lasciare tracce così facili da seguire?

Certamente Nintendo ha un forte interesse nello scoprire chi è l’autore del leak e come abbia potuto mettere le mani su una copia dei nuovi giochi di ottava generazione.

Il tempo passa ma sembra proprio che Nintendo ancora non sia riuscita a risolvere gli innumerevoli problemi di sicurezza che si celano dietro il lancio del gioco. Il brand Pokémon infatti ne ha viste di tutti i colori, da leak su mostriciattoli e trama, a rotture del day one, a rilascio anticipato di ROM illegali. In tutti i casi ha cercato di attuare misure preventive, come fornire il gioco ai distributori solo molto vicino alla data d’uscita. Anche questa volta sono passati all’azione e se le informazioni fornite da KGPrestige sono giuste, uno dei responsabili è stato individuato e ora dovrà fare i conti con la legge.

Secondo voi, qual è il tasso di cattura di un leaker?

Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..

Offerte Amazon

Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..
Articolo di Gianluca Rinaldi

Speciali

Commenti

...
Buzzwole1991 05/11/2019 20:54:47

Se così fosse, che nabbo.

 

...
dabi 05/11/2019 20:59:34

Per come sono vendicative Nintendo, GF e TPC minimo il leaker è stato scuoiato e la sua pelle usata per fare dei bellissimi tappeti!!:XD:

...
DarthMizu 06/11/2019 10:24:11

Spero proprio che sia stato beccato, multato e che la Nintendo gli abbia tolto qualunque privilegio avesse, e spero anche che gli abbia fatto chiudere tutti i social.
Tanto i leaker sono tutti youtuber e robe simili che sperano di aumentare i like.. con i leak:oopsie:

Tutti i commenti

Entra nella nostra community

Scorri in su e in giu per gli altri articoli (o fai tap qui)