Mondo Pokémon

Il padre dei Pokémon Satoshi Tajiri torna a parlare in un'intervista del quotidiano Sankei!

Il quotidiano giapponese Sankei Shimbun ha intervistato in esclusiva nientemeno che Satoshi Tajiri, l’uomo che, nel lontano 1989, fondò la Game Freak e nel 1996 divenne padre dei Pokémon. Grazie all’enorme contributo di Simone Pezzulla, traduttore italo-giapponese di Pokémon Millennium, siamo riusciti a estrapolare le parti salienti di questa speciale intervista.

Dopo una breve presentazione, Tajiri spiega il percorso che l’ha portato a creare un gioco come Pokémon, ovvero la volontà di mettere sul mercato un prodotto non solo per bambini, ma anche per un pubblico adulto. Pokémon GO, secondo le parole del creatore del brand, ha aiutato molto la diffusione di questo titolo anche tra i più grandi.

La grande passione di Satoshi Tajiri per gli insetti certamente non è un mistero. Nell’intervista in questione racconta di quando, nel corso della sua infanzia, si divertiva a osservare i comportamenti delle più disparate specie di insetti presenti nel suo giardino.

Questo particolare passatempo, però, si concluse abbastanza presto. Tajiri inizia a frequentare la scuola e col passare del tempo si accorge di come la città in cui vive stia cambiando radicalmente. I giardini in cui osservava gli insetti stavano scomparendo per far posto a grandi strade o palazzi, riducendo gli spazi verdi ai minimi storici.

Ormai cresciuto e impossibilitato a studiare gli insetti, Satoshi Tajiri racconta di come si sia appassionato al mondo dei videogiochi. Quasi sempre si ritrovava a trascorrere le giornate all’interno delle sale giochi, macinando ore e ore davanti a uno dei cabinati arcade più famosi della storia: Space Invaders.

Il tempo trascorso con i videogiochi l’ha portato ben presto a diventare un esperto del settore. Era sempre alla ricerca di trucchi e stratagemmi per superare i livelli più ardui, scoprendone anche di nuovi, raccogliendo tutte le sue conoscenze in una rivista videoludica primordiale che, qualche anno più tardi, anche grazie all’aiuto dell’amico disegnatore Ken Sugimori, sarebbe diventata una delle software house più famose del mondo: Game Freak.

Le prime soddisfazioni per Tajiri arrivano ai tempi della scuola media. SEGA, hardware house molto in voga in quel periodo, inizia a organizzare dei contest videoludici ai quali lo stesso Tajiri partecipa più volte, vincendone anche un’edizione.

Nonostante la vittoria, Satoshi Tajiri non viene mai ingaggiato dalla compagnia. Avendo già tutte le conoscenze informatiche e di programmazione, Tajiri decide quindi di mettersi in proprio e di creare un personale progetto per un futuro videogioco.

Sebbene fosse un informatico esperto, Satoshi Tajiri non poteva portare avanti questo progetto da solo, quindi decise di creare una collaborazione con altri quattro programmatori esperti. Tra questi è presente anche un certo Junichi Masuda, oggi direttore di Game Freak, al tempo designato per la creazione di tutte le colonne sonore.

Nasce in questo modo Quinty (arrivato in occidente con il nome di Mendel Palace): il primo videogioco in assoluto targato Satoshi Tajiri, pubblicato per NES nel 1989. Il titolo ebbe un discreto successo, motivando la neonata Game Freak a continuare su questa strada.

L’enorme svolta arriva nel 1991 quando viene prodotto il Cavo Game Link per Game Boy: uno speciale accessorio che permetteva lo scambio di dati tra due console. Non appena vide questo prodotto, Satoshi Tajiri, immaginò i suoi vecchi e amati insetti passare attraverso il cavo, convincendolo a creare un gioco che si basasse sugli scambi: nascono così, nel 1996, Pokémon Rosso e Pokémon Verde, pubblicati su Game Boy e primi di una lunga serie che ancora oggi sta facendo sognare migliaia di Allenatori in giro per il mondo.

Offerte Amazon

Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..
Articolo di Salvatore Montagnolo

Speciali

Commenti

...
Infernman 10/09/2018 11:17:13

Scusate, tutto questo sembra molto simile ad un video che fece Cydonia tempo fa, dove sarebbe l'intervista esclusiva?

...
Dangi 10/09/2018 12:18:46
1 ora fa, Infernman ha scritto:

Scusate, tutto questo sembra molto simile ad un video che fece Cydonia tempo fa, dove sarebbe l'intervista esclusiva?

Non è che se ci ha fatto un video non è più esclusiva, cydo ha semplicemente fatto una ricerca sulla sua storia

...
FireLizard 10/09/2018 12:42:35

Bè,diciamo che dalla passione degli insetti alla creazione dei Pokemon c'è storia

Tutti i commenti

Entra nella nostra community

Scorri in su e in giu per gli altri articoli (o fai tap qui)