Ancora sorprese per Pokémon Oro e Argento: le ultime modifiche prima del rilascio

La regione di Johto non smetterà mai di stupirci!

0
7708

Oggi, 6 aprile 2019, ricade il diciottesimo anniversario del lancio di Pokémon Oro e Argento in Europa. I primi due titoli ambientati nella regione di Johto, oltre a essere universalmente considerati un capolavoro dell’arte videoludica, hanno espanso l’ancora acerbo mondo di Pokémon Rosso, Verde e Blu per gettare la base della nostra moderna concezione di gioco Pokémon, ricordiamo gli Strumenti tenuti, le Uova Pokémon, le creature cromatiche, il Pokérus, i Pokémon leggendari sulla copertina, la retrocompatibilità e molto altro.

Come se non bastasse, questi due titoli sono recentemente ritornati all’onor di cronaca per una misteriosa versione demo risalente al lontano 1997 che ci ha mostrato tanti Pokémon mai visti prima e un assaggio di tante idee che sono state poi riprese nelle generazioni successive, come il gelido paesaggio di Nevepoli e un’evoluzione di tipo erba del piccolo Eevee.

I misteri sembra che non abbiano fine, sono infatti venute alla luce delle pagine della famosa rivista Coro Coro antecedenti al rilascio del gioco che mostrano delle piccole differenze con la versione finale dei due titoli.

L’albero di bacche raffigurato sulle pagine della rivista appare molto diverso rispetto alla versione finale e, paradossalmente, è quasi più simile al design adottato nei remake Pokémon Oro HeartGold e Argento SoulSilver.

Anche lo sprite del Professor Elm è diverso rispetto a quello finale apparso in Pokémon Oro e Argento.

Molto probabilmente di tratta di immagini preparate apposta per la stampa e pubblicate senza prestare troppa attenzione al design finale. Cosa ne pensate di questi strani screenshot? Nella versione demo del 1997 moltissime parti del gioco sono state modificate o eliminate, secondo voi vedremo mai il trionfale ritorno di qualche elemento dimenticato più di vent’anni fa?

Commenti dal forum

Discutine sul forum