Giochi

Masuda spiega perché il rivale sarà più gentile in Pokémon: Let's Go

Negli ultimi tempi Junichi Masuda ha svelato diverse informazioni estremamente interessanti sugli attesissimi titoli Pokémon: Let’s Go, Pikachu! e Let’s Go, Eevee! che verranno rilasciati tra meno di un mese, il 16 novembre.

Durante l’ultima intervista concessa a GameSpot, il leggendario autore di videogiochi ha spiegato perché il nostro amato e odiato rivale sarà più gentile con noi nei due titoli che debutteranno su Nintendo Switch.

blu vuole lottareNei primi giochi delle creature tascabili, e anche nei titoli di seconda generazione, il rivale era veramente il nostro antagonista e faceva di tutto per metterci i bastoni tra le ruote. Il suo carattere era sbruffone e insofferente e nel corso della storia non perdeva occasione per mostrarci il suo talento e la sua determinazione.

Negli ultimi giochi, però, il rapporto con il protagonista è cambiato profondamente, trasformandosi sempre più in una vera e propria amicizia. L’esempio più significativo è quello di Hau ad Alola, apparso quasi come un nostro maggiordomo in Pokémon Sole e Luna e riabilitatosi solo parzialmente nei capitoli successivi.

rosso e blu intervista masuda

Nel corso dell’ultima intervista, Masuda ha spiegato quali saranno le caratteristiche del nostro rivale in Pokémon: Let’s Go.

Secondo me i rivali dei primi giochi sembrano così cattivi solamente a causa della bassa definizione dei pixel. Con la grafica del Game Boy ovviamente non era possibile ricreare espressioni del viso dettagliate, quindi avevamo incentrato tutti i nostri sforzi sulla caratterizzazione dei personaggi tramite i loro dialoghi. Solo in questo modo, infatti, potevano emergere le differenti personalità degli Allenatori presenti nei giochi.

Dal momento che l’unico dettaglio percepibile del rivale erano i suoi dialoghi, il suo carattere duro e insensibile non dava troppo fastidio ai giocatori. Ma se avessimo mantenuto la stessa personalità anche nei rivali degli ultimi giochi, con una grafica migliore e con le espressioni del viso chiaramente riconoscibili, l’impressione sui giocatori sarebbe stata troppo forte

Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..

Offerte Amazon

Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..
Articolo di Luca Fassoni

Speciali

Commenti

...
JigenSpiegel 22/10/2018 20:58:18

Masuda è confuso

È così confuso da colpirsi da solo

...
Carl-J90 22/10/2018 21:03:35

Oh, ma guarda...sarebbe stata davvero una brutta idea se il rivale fosse apparso duro e insensibile come il vecchio Gary(che ricordo, non è che appariva tanto diversamente dai videogame nella prima stagione dell'anime pokémon e lì le espressioni e le conversazioni avevano molte più sfumature e possibilità rispetto a quelle dei videogame!)...non sia mai che i bambini di oggi imparino che il mondo è abitato anche da st...zi e che tanto prima o poi, almeno una volta nella vita, avranno a che fare almeno con uno di loro!

Non sia mai che il Rivale sia in grado di rappresentare sul serio questo suo ruolo, meglio che il Rivale rappresenti qualcuno di buono e divertente che al posto di sfidarti per dimostrare la sua bravura o i suoi miglioramenti ti sfidi per divertirsi e donarti tutto ciò che può...a quando il Rivale regalerà al Protagonista una Master Ball o la sua casa e i suoi genitori? O.o

 

Almeno nel corso di S/M/US/UM sia Hau che Iridio dimostrano almeno superficialmente di essere stati soggetti a un'evoluzione e a una sorta di maturazione personale nel corso dell'avventura, qui in LgPE l'amabile Rivale seguirà i loro passi o rimarrà solamente una figura che non ha nulla in più da dimostrare oltre alla gamma di espressioni che sembrano avergli dato gli sviluppatori?

 

Ormai è più che chiaro già ormai da tempo che anche questi nuovi capitoli del brand faranno il botto di vendite, ma sto incrociando tanto le dita che questi LgPE, pur essendo indirizzati soprattutto a nostalgici e bimbi non finisca come l'anime di Alola in cui i creatori paiono aver voluto pensare più a mostrare quante più espressioni e gag possibili senza concretizzare una vera e propria trama che sia in grado di proseguire normalmente! >.<"

Incrocio le dita perché è altamente impossibile che se tali titoli avranno successo verranno abbandonati lì come una mera parentesi senza alcuna ripercussione sui prossimi giochi, quindi, magari, il gioco del 2019 non avrà uno stile uguale o simile a quello di LgPE, ma state sicuri che i giochi successivi lo avranno eccome...è impossibile che se LgPE si rivelassero una gallina dalle uova d'ora in grado di attirare una marea di nostalgici e pure di essere acquistata da una marea di fan storici(come sembra che stia per succedere, visto che ormai molti dei criticoni come me hanno ormai cambiato radicalmente idea dopo aver visto/giocato(per dieci minuti) a una Demo), quelli di GF se ne sbattano di ciò e si impegnino nel rendere appetibili i giochi solo ai fan storici e non anche ai bimbi/ai nostalgici/ai casual gamer! T.T

...
Lief 22/10/2018 21:36:19

si capisce perché non compro più giochi pokemon da qualche generazione?

spero solo che i prossimi giochi pokemon su switch della serie principale siano un minimo più decenti, mi basta che siano almeno al livello di X e Y, mi accontento persino di Bianco e Nero (generazione che avevo saltato).

Tutti i commenti

Entra nella nostra community

Scorri in su e in giu per gli altri articoli (o fai tap qui)