...

Rivali

Rivali

Ogni Allenatore di Pokémon ha degli immancabili rivali, dai più amichevoli ai più agguerriti. Non fanno eccezione Ash e compagni, vediamo quindi chi sono i personaggi contro i quali si sono consumate alcune delle sfide più appassionate della storia della serie animata.

Gary Oak

Il rivale per antonomasia è senza dubbio Gary. Nipote del Professor Samuel Oak di Biancavilla, è anche il vicino di casa di Ash Ketchum, con il quale instaura un’accesa rivalità, scaturita paradossalmente dalle loro abilità e obiettivi in comune, nonostante il legame di amicizia che univa i due ragazzi da piccoli. Borioso e arrogante, Gary, insieme al suo Pokémon iniziale Squirtle, è uno dei tre Allenatori che lasciano Biancavilla per il proprio viaggio di formazione lo stesso giorno di Ash ed è considerato il più promettente tra gli aspiranti Campioni della città, anche grazie al suo legame di parentela con il famoso Professore. La sua bravura come Allenatore di Pokémon è innegabile e nel corso della serie viene più volte sottolineato come Gary sia costantemente un passo avanti rispetto al protagonista. Nonostante tutto, viene sconfitto nel torneo della Lega di Kanto e questo evento segna l’inizio della sua maturazione personale. Nell’arco narrativo ambientato a Johto, pur rimanendo sicuro di sé, è visibilmente meno arrogante e più rispettoso anche nei confronti di Ash e, in seguito alla sua ultima sfida nella Conferenza Argento, decide di abbandonare la carriera di Allenatore per seguire i passi del nonno come ricercatore Pokémon. È proprio in questi nuovi panni che Ash lo ritrova nella regione di Sinnoh.

Richie

Richie è uno degli Allenatori iscritti al torneo della Lega di Kanto, ed è proprio in un momento di pausa tra una sfida e l’altra che Ash fa la sua conoscenza. I due, sorprendentemente simili, fanno subito amicizia, ma la sorte li mette l’uno contro l’altro nell’incontro che segna l’eliminazione di Ash dal torneo. Nonostante i due attribuiscano la medesima importanza all’amicizia e condividano lo stesso sogno di diventare Maestro Pokémon e gusti simili riguardo i Pokémon catturando spesso le stesse specie, Richie ha un carattere più pacato e riflessivo rispetto ad Ash. È, inoltre, uno dei pochi personaggi della serie animata e, in particolare, l’unico rivale a dare soprannomi ai propri Pokémon. Nonostante il suo ruolo principale si esaurisca nell’arco narrativo di Kanto, Richie compare anche a Johto, dove collabora con Ash per liberare un Lugia e il suo cucciolo dalle grinfie di uno scienziato del Team Rocket, e in tre episodi della serie parallela Pokémon Chronicles incentrati su di lui.

Harrison

Nonostante faccia la sua comparsa a ridosso dell’inaugurazione della Conferenza Argento di Johto, Harrison è un Allenatore di Hoenn originario di Albanova. Il suo Pokémon iniziale, Blaziken, è anche uno dei primi mostriciattoli di terza generazione ad apparire all’interno della serie animata. Harrison si presenta come un Allenatore esperto, avendo già preso parte al Campionato di Hoenn prima di partire alla volta di Johto, molto abile nella lotta. Dopo aver eliminato Ash dalla Conferenza Argento ed essere stato sconfitto a sua volta dal futuro Campione, è proprio lui a convincere Ash a intraprendere un viaggio nella regione di Hoenn, parlandogli del Professor Birch e di tutti i Pokémon autoctoni della regione.

Morrison

Ash e compagni incontrano Morrison durante il viaggio a Hoenn, più precisamente mentre si dirigono a Porto Selcepoli per il primo Grand Festival di Vera. Ash e Morrison instaurano fin da subito un’amichevole rivalità dal momento che entrambi mirano a partecipare alla Conferenza di Iridopoli. È proprio in quel contesto che si incontrano di nuovo, anche se la sfida tra i due, conclusasi con la vittoria di Ash, arriva prima di quanto i due sperassero. Morrison ha una personalità irruente che lo porta a lanciarsi in qualunque tipo di sfida senza pensarci due volte e, pur essendo piuttosto immaturo e impulsivo, focalizza chiaramente le sue priorità, come l’amicizia.

Tyson

Tyson compare nel contesto della Conferenza di Iridopoli accompagnato dal suo particolarissimo Meowth, che si presenta vestito in modo simile al fiabesco Gatto con gli Stivali e che ama rimanere al fianco dell’Allenatore fuori dalla Poké Ball per la maggior parte del tempo. È proprio questo Meowth a sconfiggere sul filo di lana il Pikachu di Ash, permettendo a Tyson di procedere nel torneo fino a diventare il Campione di Hoenn. La sua tattica in battaglia si basa sulla forza bruta, ma non per questo è istintiva o poco studiata. Nonostante lo spirito agguerrito in lotta, Tyson è un ragazzo modesto e tranquillo, sempre pronto a imparare qualcosa di nuovo e a dire una parola gentile. Possiede inoltre una profonda empatia con i propri Pokémon, ai quali dedica tutte le attenzioni possibili.

Paul

Originario di Rupepoli, Paul è il rivale più agguerrito che Ash incontra nel suo viaggio a Sinnoh, e con ogni probabilità il meno amichevole di tutti. Freddo e sprezzante, è un Allenatore tutt’altro che affettuoso: ritiene inutile e svilente creare un legame emotivo con i propri Pokémon, dai quali non pretende altro che la massima potenza in lotta anche attraverso metodi di allenamento particolarmente severi. Ha l’abitudine di liberare i Pokémon che non soddisfano le sue aspettative e un atteggiamento completamente opposto a quello di Ash, che porta più volte la rivalità tra i due ad alti livelli di tensione. Il loro rapporto migliora solo dopo che Paul viene sconfitto da Ash nel corso del Campionato di Sinnoh con la stessa squadra con la quale quest’ultimo aveva subito una pesante sconfitta in una lotta sulla Riva Valore.

Barry

Allenatore originario di Duefoglie, Barry incontra Ash e compagni a Cuoripoli, dove spera di affrontare la Capopalestra Fannie. Caratterialmente molto simile alla sua controparte di Pokémon Diamante, Perla e Platino, è un ragazzo iperattivo ed espansivo, sempre pronto alla sfida e appassionato di lotte Pokémon almeno quanto suo padre, il Boss della Torre Lotta Palmer. I suoi metodi di allenamento sono severi come quelli di Paul, Allenatore che Barry ammira molto, ma a differenza sua tratta i propri Pokémon con rispetto e affetto, in particolare il suo inseparabile Empoleon. A renderlo rivale di Ash, oltre all’obiettivo comune di prendere parte alla Lega di Sinnoh, è proprio la differenza nei rispettivi metodi di allenamento e strategie di lotta, anche se finisce presto per apprezzare Ash come Allenatore.

Nando

Quando Ash e compagni lo incontrano, all’inizio del loro viaggio nella regione di Sinnoh, Nando è ancora indeciso sulla carriera da intraprendere: sfidare i Capipalestra e concorrere alla Lega Pokémon o prendere parte alle Gare Pokémon. Decidendo di percorrere entrambe le strade, diventa rivale contemporaneamente di Ash e di Lucinda. Con entrambi, comunque, si tratta di una rivalità amichevole, anche grazie alla personalità estremamente pacata di Nando, che dimostra in più occasioni di possedere un invidiabile autocontrollo, anche nelle situazioni più ostili. Appassionato di musica e pacifico di natura, ama suonare l’arpa per calmare gli animi di umani e Pokémon. Molto abile sia come Allenatore che come Coordinatore, arriva a partecipare sia al Grand Festival che alla Lega del Giglio della Valle, sede del campionato della Lega Pokémon di Sinnoh, riuscendo a classificarsi in entrambe le competizioni in posizioni dignitose.

Conway

Pur comparendo sporadicamente nel corso della saga ambientata a Sinnoh, è solo a ridosso dell’inizio della Conferenza del Giglio della Valle che Conway rivela ad Ash e compagni la sua iscrizione al campionato, diventando a tutti gli effetti un rivale per il protagonista. Caratterizzato da una spiccata intelligenza, i siparietti che lo vedono apparire dal nulla o ridacchiare tra sé e sé inquietando gli altri personaggi lo rendono spesso un elemento comico. Abilissimo nell’elaborazione di strategie di lotta, ama avere sempre la situazione sotto controllo, anche se questo metodo lo rende debole nell’improvvisazione.

Tobias

Personaggio molto misterioso, Tobias è l’avversario che preoccupa maggiormente gli Allenatori partecipanti alla Conferenza del Giglio della Valle, in quanto riesce a superare tutte le fasi del torneo senza alcuna difficoltà utilizzando solo il suo Darkrai, apparentemente imbattibile. Solo Ash, quando si ritrova a fronteggiarlo nelle semifinali, riesce ad avere la meglio sul Pokémon Neropesto, ma la squadra di Tobias si rivela comunque eccessivamente forte, tanto da portare l’Allenatore a trionfare nel campionato. Nonostante il suo aspetto inquietante e la serietà con cui combatte, è abbastanza sportivo da complimentarsi con il suo avversario più valoroso.

Diapo

Appassionatosi alle lotte Pokémon in tenera età dopo aver visto Nardo combattere, è proprio grazie alle parole di incoraggiamento del Campione di Unima che Diapo decide di diventare un Allenatore di Pokémon per seguire le orme del suo idolo. Incontra Ash poco dopo essere partito per il suo viaggio di formazione da Soffiolieve con il suo Snivy e dimostra fin da subito di avere una buona predisposizione agli incontri di Pokémon elaborando strategie spesso vincenti contro il rivale di Biancavilla. Distaccato e riservato, non ama interagire con gli altri Allenatori al di fuori della lotta e non incassa facilmente le sconfitte. Porta sempre con sé una fotocamera digitale che utilizza costantemente per documentare il proprio viaggio, ma anche i propri fallimenti, in modo da ricordarsi delle frustrazioni vissute come stimolo per migliorarsi sempre di più.

Stephan

Stephan è uno dei rivali più impetuosi in cui Ash si imbatte nel corso delle sue avventure. I due fanno amicizia abbastanza presto durante il viaggio del protagonista nella regione di Unima. La sua ardente passione per le lotte Pokémon lo porta a cercare continuamente nuove sfide. In modo simile ad Ash, è un ragazzo entusiasta, testardo e impaziente e, nonostante abbia uno spirito molto competitivo, è sempre pronto a incoraggiare i suoi amici e rivali. Il suo stile di combattimento si basa principalmente sulla potenza degli attacchi diretti e questa tecnica grezza ma efficace lo porta a riuscire a prendere parte al Campionato di Unima. Sembra che nessuno riesca a ricordarsi o a pronunciare correttamente il nome di Stephan, cosa che lo fa sempre infuriare parecchio.

Belle

La dolce e graziosa Allenatrice di Soffiolieve è tra i rivali di Ash più amichevoli in assoluto. Animata dai migliori propositi, finisce spesso per combinare guai a causa della sua goffaggine. Distratta e imbranata, riesce a malapena a tenere in ordine la sua borsa, perennemente disorganizzata. La sua personalità spensierata e impaziente si riflette anche sulla sua tecnica di lotta: puntando tutto sulla velocità e sull’istinto, le sue mosse sono del tutto imprevedibili, rendendo il suo stile abbastanza valido da garantirle l’ingresso al torneo della Lega di Unima. Belle è molto legata ai suoi Pokémon e, quando si tratta di aggiungere nuovi membri alla sua squadra, ha una predilezione per i mostriciattoli più carini, ma non disdegna nemmeno i Pokémon Lotta muscolosi.

Virgil

Oltre a essere un abilissimo Allenatore di Pokémon, Virgil lavora in una squadra di soccorso insieme al padre e al fratello. È proprio come soccorritore che incontra Ash per la prima volta, salvando lui e Iris da una caduta in un dirupo. Serio e responsabile, da piccolo era al contrario imprudente e fin troppo sicuro di sé, tanto da arrivare a perdersi nel bosco una notte insieme al suo primo Pokémon, un Eevee. Portato in salvo dal Pokémon dopo la sua evoluzione in Umbreon, Virgil si affeziona talmente alla linea evolutiva di Eevee da portarlo a formare una squadra composta esclusivamente da Eevoluzioni. È proprio con questa versatile squadra che prende parte al Campionato di Unima, dove riesce a trionfare.

Cameron

Cameron è un Allenatore giovane e impetuoso, sempre attivo e instancabile nell’allenamento. Pur essendo innegabilmente portato per le lotte Pokémon, è piuttosto distratto e fatica a tenere a mente regole e scadenze, rischiando addirittura di non iscriversi in tempo alla Lega di Unima. Intraprendente ai limiti della sconsideratezza, ama l’adrenalina della lotta a tal punto da correre rischi innecessari come schierare in campo Pokémon palesemente svantaggiati nel tipo di appartenenza rispetto all’avversario. Nonostante la sua avventatezza, Cameron arriva a piazzarsi molto in alto nella classifica finale della Conferenza di Forte Verdepoli.

Tierno

Originario di Novartopoli, inizia il suo viaggio di formazione insieme allo Squirtle ricevuto dal Professor Platan, parallelamente agli amici Shana e Trovato. È un ottimo ballerino e il suo sogno è, proprio come la sua controparte di Pokémon X e Y, formare un gruppo di ballo con la sua squadra di Pokémon, per questo cattura principalmente le specie fisicamente più portate per la danza. Questa inclinazione lo aiuta anche nelle lotte, in quanto lo speciale allenamento volto a insegnare passi di danza ai suoi Pokémon li rende più agili e imprevedibili in battaglia. La sua abilità come Allenatore, insieme all’obiettivo comune di prendere parte alla Lega di Kalos, lo rende un valido rivale per Ash.

Trovato

Trovato parte dalla sua città natale, Luminopoli, per diventare un Allenatore insieme al Charmander ricevuto dal Professor Platan. Anche se sfida le Palestre di Kalos per partecipare alla Lega regionale, il suo obiettivo principale è incontrare ogni Pokémon del Pokédex. Abile documentatore, Trovato fotografa tutti i Pokémon che incontra nel suo viaggio e sembra essere particolarmente interessato a quelli che presentano differenze all’interno della stessa specie. Arriva a prendere parte alla Conferenza di Luminopoli, ma la sua corsa alla vittoria viene bloccata dall’incontro con Alan, subendo una sconfitta particolarmente bruciante.

Alan

Originariamente assistente del Professor Platan, è proprio lavorando al suo laboratorio che Alan inizia a interessarsi al fenomeno della megaevoluzione e alle Megapietre. Dopo un incontro casuale con Elisio, quest’ultimo gli illustra i piani del Team Flare in modo falsato, persuadendolo a cominciare a lavorare per l’organizzazione. È proprio da Elisio che riceve la Charizardite X in grado di far megaevolvere il suo fidato Charizard. Da questo momento, il suo obiettivo primario diventa sconfiggere tutti i Pokémon megaevoluti con il suo MegaCharizard X in modo da ottenere le rispettive Megapietre. Dopo aver assistito alla speciale trasformazione del Greninja di Ash, decide di partecipare alla Lega di Kalos per poter affrontare l’Allenatore al massimo delle loro possibilità. È proprio nella fase finale del torneo che i due danno vita a un incontro particolarmente acceso che porterà Alan a trionfare e diventare Campione. Solo in seguito scopre di essere stato ingannato da Elisio e, sentendosi tradito e usato, si ribella al Team Flare per ritornare poi sui propri passi e riprendere a lavorare con il Professor Platan. Concentrato completamente sui propri obiettivi, si presenta come una persona fredda e seria e tende ad allontanare chi si affeziona a lui. Pur accettando di buon grado le sfide ed essendo un avversario leale e sportivo, raramente mostra segni di entusiasmo durante le lotte, concentrandosi unicamente sulla vittoria. Il suo atteggiamento cambia quando combatte contro Ash, che lo aiuta inconsciamente a ritrovare la passione e il fervore che dovrebbero animare ogni sfida.

Sandro

Originario di Hoenn, comincia il suo viaggio insieme al Treecko ricevuto ad Albanova dal Professor Birch, ma la sua strada incrocia quella di Ash mentre entrambi si trovano nella regione di Kalos con l’obiettivo di accedere alla Lega locale. Studioso e diligente, porta sempre con sé un taccuino su cui annota tutte le sue osservazioni dopo ogni lotta che disputa. Sembra essere più interessato a imparare da ogni esperienza piuttosto che a concentrarsi unicamente sulla vittoria: anche se perdere la calma nei momenti critici lo porta a volte a perdere, prende la sconfitta come una possibilità per migliorarsi. Questo atteggiamento positivo, insieme alla costante sete di conoscenza, porta Sandro a compiere notevoli progressi come Allenatore, tanto da arrivare a classificarsi in una posizione più che dignitosa nella Conferenza di Luminopoli.

Iridio

Ash si interessa a Iridio dopo averlo visto combattere ed essere rimasto colpito dal suo stile. La loro rivalità è fin da subito sana, in quanto i due Allenatori si rispettano a vicenda e riconoscono l’uno il valore dell’altro. Presentato inizialmente come una persona distaccata, soprattutto nei confronti di Lylia, si sente in realtà colpevole della fobia che la sorella ha sviluppato nei confronti dei Pokémon. Testardo e irrequieto, decide di intraprendere il Giro delle Isole con l’obiettivo di tenere testa ad Ash e alla sua abilità nell’utilizzo delle Mosse Z.

Cruz

Cruz è il principale rivale di Ash nella linea temporale del film Pokémon: Scelgo Te!. In modo simile a Paul, crede che la forza sia tutto nell’allenamento dei Pokémon ed è disposto a tutto pur di ottenerla e di diventare il migliore Allenatore in circolazione. Parallelamente a Damian nella serie classica, abbandona il suo Charmander ritenendolo troppo debole per poter fare parte della sua squadra, e quello stesso Pokémon viene soccorso da Ash, che decide di prendersene cura e allenarlo, dimostrando al suo Allenatore originale che il legame tra Allenatore e Pokémon è molto più importante della forza bruta. Solo alla fine del film, con la promessa di una nuova sfida in futuro, l’ostilità tra i due ragazzi cessa lasciando il posto a una rivalità sana. Il Pokémon principale e il più forte di Cruz è Incineroar.

Drew

Originario della città di LaRousse, Drew è un Coordinatore più esperto di Vera nonché il suo rivale principale. All’inizio del suo viaggio è piuttosto insicuro e nervoso e la sua prima esperienza in una Gara Pokémon si conclude con una bruciante sconfitta da parte di Solidad. La frustrazione iniziale lo spinge a migliorarsi e anche il rapporto con Solidad si evolve in un’amicizia che porta Drew a confidarsi con lei anche riguardo agli altri Coordinatori, in particolare Vera. Il quadro attuale della personalità di Drew è di un ragazzo risoluto, serio e molto sicuro di sé. Molto popolare tra gli appassionati di Gare Pokémon, inizialmente si sente abbastanza superiore a Vera da sminuire i suoi Pokémon e le sue abilità di Coordinatrice, ma con il tempo arriva ad apprezzarla, aiutandola in caso di bisogno e congratulandosi per i suoi successi o per il suo impegno, premiandola anche con delle rose. Drew tratta i propri Pokémon con affetto e rispetto, prendendosi cura anche del loro aspetto e consolandoli in caso di insuccesso, ma pretende da loro il massimo impegno, arrivando a rimproverarli duramente se non affrontano le competizioni al massimo delle loro possibilità.

Solidad

Abilissima Coordinatrice, molto più esperta di Vera e Drew, Solidad è anche una vecchia amica di Brock, in quanto entrambi sono originari di Plumbeopoli e si vedevano spesso quando Brock era ancora il Capopalestra della città. Matura e determinata, nutre una grande stima per tutti i suoi rivali, compreso Harley, nonostante il carattere difficile di quest’ultimo. Il suo stile di combattimento colpisce molto Vera quando assiste alla sua esibizione durante il Grand Festival di Kanto. Conosce molto bene Drew, con il quale ha mantenuto i contatti dopo averlo sconfitto e fatto piangere, arrivando a capire che la competitività del ragazzo si è intensificata grazie alla rivalità instauratasi con Vera.

Harley

Harley non è semplicemente un rivale per Vera ma, almeno inizialmente, un vero e proprio nemico. Coordinatore di Porto Selcepoli, le sue peculiari esibizioni puntano a rendere i suoi Pokémon, di cui è molto orgoglioso, più inquietanti possibile per impressionare il pubblico. Quando incontra Vera, si presenta con un fare fin troppo amichevole e cerca di passare del tempo con lei con lo scopo di studiarla come avversaria. Inizia a covare un risentimento quasi maniacale nei suoi confronti quando la ragazzina si impaurisce davanti al suo adorato Cacturne e non apprezza i biscotti che il giovane le offre come lui si sarebbe aspettato. In seguito a questo episodio e in quasi ogni occasione in cui i due si rivedono, Harley comincia a escogitare stratagemmi per avere la meglio su Vera anche slealmente, umiliandola in pubblico o dandole cattivi consigli che la facciano sfigurare in gara, arrivando persino ad allearsi con il Team Rocket per sabotarla. Nonostante i metodi subdoli e discutibili, Harley suscita simpatia con la sua personalità eccentrica e talvolta caricaturata. Con il passare del tempo, sembra superare l’odio nei confronti di Vera, così come la loro inimicizia diventa gradualmente una rivalità più sana.

Zoey

Prima ancora che una rivale, Zoey è una grande amica per Lucinda. La Coordinatrice di Nevepoli, infatti, pur essendo qualche passo avanti rispetto alla rivale di Duefoglie, dimostra in più occasioni di tenere molto a lei, sostenendola e dandole preziosi consigli per consentirle di migliorare come Coordinatrice. Amica d’infanzia della Capopalestra Bianca, è una ragazza onesta e con uno spiccato senso della giustizia, sempre pronta a prendere le parti dei suoi amici quando subiscono delle offese, così come a fare loro delle critiche quando il caso lo richiede. Determinata e sicura di sé, inizialmente non vede di buon occhio la scelta di Nando di intraprendere sia la strada di Coordinatore sia quella di Allenatore, ma non esita a tornare sui propri passi e a chiedere scusa quando si rende conto di aver commesso degli errori di valutazione.

Kenny

Amico d’infanzia di Lucinda, è sempre stato interessato alle Gare Pokémon e parte da Duefoglie per un viaggio di formazione per diventare Coordinatore. È lui ad aver inventato il soprannome Lulù per l’amica ai tempi dell’asilo, con cui si diverte ancora a stuzzicarla mettendola in imbarazzo e raccontando storie sui loro ricordi d’infanzia. Nonostante l’atteggiamento infantile, Kenny tiene molto a Lucinda, si dispiace vedendola triste quando un’esibizione non va come sperato e sembra nutrire dei sentimenti nei suoi confronti.

Ursula

A differenza degli altri Coordinatori rivali di Lucinda, Ursula non è affatto amichevole nei suoi confronti. Arrogante e altezzosa, non perde occasione per sminuire la rivale sottolineando la sua presunta superiorità. A dispetto del suo atteggiamento, in realtà Ursula e Lucinda condividono gli stessi punti deboli e ottengono lo stesso numero di Fiocchi nello stesso lasso di tempo. La strategia di lotta di Ursula, più che sull’attacco diretto, si basa sulla capacità di distrarre o bloccare l’avversario in modo da guadagnare tempo e attirare l’attenzione del pubblico sulle mosse dei propri Pokémon. Il suo approccio con le persone è diametralmente opposto a quello con i suoi Pokémon, che tratta con affetto e profondo rispetto, consolandoli e scusandosi con loro in caso di sconfitta.

Georgia

Allenatrice di Unima, Georgia è l’acerrima rivale di Iris. A differenza delle rivalità “classiche”, la loro non deriva dal perseguimento di un obiettivo comune, al contrario, mentre Iris sogna di diventare Maestra di Pokémon Drago, l’intento di Georgia è sconfiggere tutti gli Allenatori specializzati in quel tipo, definendosi “Annientadraghi“. Tanto sicura di sé quanto immatura, si dimostra in più occasioni incapace di incassare le sconfitte, trovando mille scuse per renderle nulle ai propri occhi. Sempre pronta alla baruffa, sfiora spesso il limite dell’insolenza e non perde occasione per fare battute acide o maliziose, divertendosi a far innervosire le sue vittime. Ciononostante, con il tempo inizia a rispettare Iris e il suo obiettivo, cominciando a trarre un sano piacere dalle sfide sempre più intense contro di lei.

Burgundy

Da Allenatrice in viaggio per vincere le Medaglie di Unima, Burgundy sfida la Palestra di Levantopoli, dove il suo Oshawott subisce una sonora sconfitta da parte di Spighetto. Da questo momento, la ragazza prende in odio il Capopalestra al punto da decidere di diventare un’Intenditrice di Pokémon per poter avere la meglio su di lui nel suo stesso campo. Terminati gli appositi studi, ritorna alla Palestra solo per scoprire che Spighetto ha lasciato la città per viaggiare insieme ad Ash. Comincia quindi a perseguitarlo comparendo più volte sulla sua strada, ma solo dopo aver vinto la Medaglia Tris contro Chicco. Nonostante i suoi sforzi, Burgundy non è un’ottima Intenditrice: impertinente e permalosa, non reagisce bene alle critiche e le sue valutazioni sui Pokémon degli Allenatori sembrano essere totalmente casuali. Il suo chiodo fisso è la vendetta contro Spighetto, ma questo non le fa comunque perdere di vista il profondo affetto che nutre verso i propri Pokémon, che riempie di attenzioni.

Shana

Performer Pokémon proveniente da Borgo Bozzetto, è una delle rivali di Serena, che ha iniziato ad ammirare dopo aver visto il video per la Pokévisione girato dall’Allenatrice. Riceve un Bulbasaur dal Professor Platan ed è proprio lei a introdurre Serena al mondo dei Varietà Pokémon, portandola a voler concorrere per il titolo di Regina di Kalos. Nonostante la rivalità, le due ragazze rimangono per tutto il tempo ottime amiche. La sua personalità, allegra ad energica, rispecchia quella della sua controparte in Pokémon X e Y.

Meringa

Il primo incontro tra Serena e Meringa è piuttosto burrascoso e sembra che tra le due ragazze non possa correre buon sangue: appassionata di pasticceria, Meringa giudica mediocri i Pokébignè preparati da Serena, per la furia dell’Allenatrice, che la prende subito in odio. Superati gli screzi iniziali, comunque, le due ragazze cominciano ad andare d’accordo e rimangono in buoni rapporti anche quando entrambe competono ai Varietà Pokémon. Rivali sotto ogni punto di vista, anche Meringa, come Serena, ha un debole per Ash.

Nenè

Performer Pokémon, l’obiettivo in comune con Serena di diventare Regina di Kalos porta le due ragazze a diventare presto buone amiche. Allegra e gioiosa, le sue esibizioni sono ricche di drammaticità, tanto che il suo stile viene identificato come “Spezzacuore”. Umile e costantemente desiderosa di migliorarsi, porta sempre con sé un blocco per appunti su cui annota idee e consigli su come perfezionare le sue performance. Pur rimanendo scossa dai fallimenti più importanti, è abbastanza sportiva da continuare a sostenere l’amica Serena incitandola a vincere anche per lei.

Aria

Popolare idol e attuale Regina di Kalos, è la più temibile tra le rivali di Serena. È la sua carriera a ispirare Shana (e, attraverso quest’ultima, Serena) a competere nei Varietà Pokémon. Energica e gioiosa, è caratterizzata da un intramontabile sorriso e, attraverso le sue stupefacenti esibizioni, ha il potere di far sorridere chiunque la guardi. Possiede un animo gentile e non esita a confortare Serena in un momento difficile incitandola a sorridere sempre.