Alla scoperta dei team malvagi: da Auros a Oblivia

1504

In ogni gioco Pokémon che si rispetti non può mancare un team di cattivoni, con la loro missione folle da attuare a ogni costo, mentre l’Allenatore protagonista tenterà di metter loro i bastoni tra le ruote. Nonostante si tratti degli antagonisti, i leader dei team malvagi spesso si sono rivelati essere i più amati dai fan per il loro carattere e la loro profonda determinazione, che li porta a non arrendersi mai. E poi si sa, è impossibile resistere al fascino del cattivo!

Abbiamo iniziato con i team malvagi da Kanto a Sinnoh, continuando con quelli da Unima ad Alola. In questa rubrica parleremo invece delle organizzazioni criminali presenti negli spin-off dei Pokémon!

Team Clepto

In Pokémon Colosseum, spin-off per Nintendo GameCube ambientato nella regione di Auros, è il Team Clepto a ostacolare l’avventura del protagonista. Come si può intuire dal nome, l’organizzazione criminale ha lo scopo di rubare i Pokémon ai propri Allenatori tramite le Cleptatrici, ovvero dei macchinari ideati appositamente per portare a termine questa missione.

A guidare il Team Clepto vi è Helgonza, un uomo muscoloso e baffuto. Quando sconfitto, al termine del gioco, Helgonza giura solennemente di rifondare il proprio team malvagio, prima di scomparire nel nulla.

Appaiono spontanee così le analogie tra Team Clepto e Team Rocket: seppur con metodi diverse, entrambi i team malvagi hanno la stessa missione, ovvero sottrarre i mostriciattoli tascabili ai rispettivi Allenatori, senza puntare alla conquista del mondo o al risveglio di qualche potente Leggendario.

Team Cripto

Nella seconda avventura ad Auros Pokémon XD: Tempesta Oscura, sempre per Nintendo GameCube, ad avere un ruolo di punta è il Team Cripto, che in Pokémon Colosseum aveva avuto un’importanza solo marginale. Questa organizzazione criminale punta al furto dei mostriciattoli tascabili con l’intento di trasformarli in Pokémon Ombra, per poi conquistare il mondo.

Il Team Cripto è capitanato da Malvaro, che affronta il giocatore con una squadra composta da soli Pokémon Ombra, tra cui XD001, ovvero Lugia Ombra. Una volta sconfitto, Malvaro vorrebbe far saltare in aria l’intera Isola Ombra, ma Elder riesce a dissuaderlo.

La missione del Team Cripto va oltre quella del Team Clepto: non basta rubare i Pokémon, se questi possono diventare delle vere e proprie macchine da guerra da controllare a piacimento.

Team Rock

Arrivando nella regione di Fiore, in cui è ambientato il primo Pokémon Ranger, troviamo il Team Rock a interferire con l’avventura dei protagonisti. Si tratta di un team malvagio avente come obiettivo la distruzione dei Ranger e la cattura dei Leggendari Suicune, Raikou ed Entei.

A guidare il Team Rock vi è il Quartetto Rock, composto da Boris, Vanda, Pietro e Claudio e capeggiato da Mortimer, leader dell’organizzazione nonché padre dei membri del Quartetto. Alla base del suo piano sembra esserci il rancore nei confronti del Professor Frenesio, le cui ricerche hanno sempre oscurato la sua personalità.

Il Team Rock e le sue reclute sono chiaramente ispirati alla musica rock e rockabilly, come si può notare sia dal nome che dalla divisa. Anche il fatto che i membri del Quartetto Rock siano dei musicisti contraddistingue questa organizzazione da tutti gli altri team malvagi.

Team Pesto Buio e Team Vanitonti

L’avventura secondo titolo della serie di Pokémon Ranger, Ombre su Almia, si svolge nell’omonima regione, in cui il Team Buio Pesto cerca di sottomettere i Pokémon tramite le unità Gigaremo che ne controllano la mente per sfruttarli, producendo energia elettrica per la propria azienda.

                                 

 

A capitanare il Team Buio Pesto vi è Nereo Raggiani, presidente della Altru SpA, che si occupa dello sviluppo di nuove tecnologie energetiche. Sebbene si mostri come un uomo estremamente egocentrico, Nereo conta molto sui suoi dipendenti. Il protagonista si trova inoltre ad affrontare il Sinis Trio, composto da Lavinia, Aride e Frido, generali del Team Buio Pesto e sottoposti di Nereo e Vanesio, vicepresidente dell’organizzazione malvagia.

Il Team Vanitonti, invece, è formato da ex membri del Team Buio Pesto e appare dopo il termine dell’avventura principale. Questo nucleo di reclute pianifica di continuare il piano iniziato da Nereo, senza successo.

Questi team malvagi appaiono abbastanza simili al precedentemente citato Team Cripto, puntando al controllo e alla manipolazione dei Pokémon, seppur in termini diversi. Un’altra missione collegata potrebbe essere quella del Team Rocket dei giochi di seconda generazione, in cui l’organizzazione di Giovanni cerca di controllare l’evoluzione dei Magikarp tramite un segnale radio.

Bricconieri e Sorsisti

Ad Oblivia, regione in cui è ambientato Pokémon Ranger: Tracce di Luce, operano i Bricconieri di Pokémon, team malvagio di mercenari sotto le direttive dei Sorsisti, un gruppo di ladri che brama l’immortalità.

Per ottenerla, i Sorsisti assoldano i Bricconieri per recuperare l’armatura d’oro, che conferirebbe proprio il dono della vita eterna. Magoss, Ascanio, Edo e Vanessa, furfanti ormai in pensione, riescono a reperire l’armatura dividendosi i pezzi da indossare.

La missione dei Sorsisti ricorda quella di Elisio, leader del Team Flare, che farà la sua comparsa solo qualche anno dopo in Pokémon X e Y, alla ricerca dell’immortalità. Se abbinata all’età dei componenti del team malvagio, questo obiettivo assume dei toni quasi caricaturali: il conseguimento della vita eterna diventa dunque un disperato tentativo di non arrendersi all’età che avanza.

Abbiamo terminato la nostra carrellata di team malvagi presenti negli spin-off dei giochi Pokémon: qual è il vostro preferito?

 

Commenta con Facebook

Commenti dal forum

Discutine sul forum